SAMSON YOUNG Songs for Disaster Relief
Evento Collaterale della 57. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

Fotogrammi video di Palazzo Gundane (homage to the myth-maker who fell to earth) 2017, installazione audio e video di 10 canali, Dimensione variabile, immagini su concessione dell'artista.

Copresentato dall'M+ e dall'HKADC, Songs for Disaster Relief sarà caratterizzato da una serie di opere site specific neo-commissionate
Periodo espositivo: 13 maggio - 26 novembre 2017
Luogo: Campo della Tana, Castello 2126-30122, Venezia, Italia
(di fronte all'ingresso principale dell'Arsenale)
Date dell'anteprima: 10, 11 e 12 maggio 2017
Inaugurazione: 11 maggio 2017
Anteprima per la stampa: 10 maggio 2017

l'M+, nel Distretto culturale di West Kowloon, e l’Hong Kong Arts Development Council (HKADC) sono orgogliosi di annunciare la mostra personale di Samson Young: Songs for Disaster Relief, Hong Kong a Venezia, Evento Collaterale della 57. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia. Come terza collaborazione tra M+ e HKADC, questa mostra presenta una tappa importante dell'arte contemporanea di Hong Kong in una delle più importanti piattaforme internazionali.
Il team curatoriale è composto da Ying Kwok, rinomata curatrice di Hong Kong, come curatrice ospite e da Doryun Chong, vicedirettore e capo curatore dell'M+, nel ruolo di Consulting Curator.
Per la 57. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, Young creerà un nuovo corpo di lavoro che tenta di riformulare la popolarità dei "Singoli per beneficenza", registrazioni appositamente realizzate per cause benefiche, con la partecipazione di gruppi musicali straordinari, come "eventi" storici e momenti di trasformazione culturale nel tempo. I Singoli per beneficenza sono stati i più diffusi negli anni '80 e sono coincisi con l'aumento delle aspirazioni neoliberiste e con la globalizzazione del settore della musica pop. Tuttavia, la loro adeguatezza ha sollevato diverse questioni quando 'We Are the World' venne rifatta di recente. Una stranezza percepita nella realizzazione del progetto che ha lasciato un segno nella coscienza di Samson, indicandogli il viaggio di riscoperta che permea questa mostra.
Attraverso una riproposizione deliberata e la rilettura creativa di brani altamente iconici come 'We Are the World' e 'Do They Know It's Christmas', l'artista genera una serie di disegni, oggetti, video, installazioni sonore spaziali e opere site specific che insieme costituiscono un'esperienza audio-visiva unica. La mostra è concepita come un album dispiegato nello spazio da vivere in prima persona.
Con un'istruzione formale in composizione di musica classica, gli interessi di Young vanno dalla politica dietro ai sistemi occidentali di scrittura della musica classica, alle possibili relazioni tra i suoni e la guerra (il suono come arma o le esplosioni come veicoli di informazioni travolgenti), ad artefatti che possono unire o separare comunità e individui. Nonostante la natura interdisciplinare della sua produzione, Young resta fortemente legato alle tradizioni compositive avanguardiste della musica aleatoria, della musica concreta e dell'annotazione grafica. È particolarmente interessato ad esplorare le questioni sociali, filosofiche e politiche che queste tecniche e procedure compositive sollevano in un contesto interculturale.
Il Dott. Wilfred Wong, presidente dell'HKADC, ha affermato: "La nostra partecipazione alla Biennale Arte dal 2001 ha continuato a far promuovere la nostra missione di presentare l'arte e gli artisti visivi di Hong Kong al mondo. Questa è sia una riflessione sia un rafforzamento dell'impegno di lunga data della città verso l'arte e la cultura, impegno che si addice alla sua reputazione come città mondiale dell'Asia. L'HKADC ha iniziato nel 2013 a collaborare con l'M+ e ha ottenuto recensioni lodevoli. Abbiamo grande fiducia che l'esperienza di quest'anno sarà altrettanto incoraggiante".
Doryun Chong, vicedirettore e capo curatore dell'M+, il quale sta collaborando come consulting curator per questo progetto, ha dichiarato: “l'ambiziosa mostra personale di Samson Young a Venezia è un testamento della sua straordinaria capacità di concentrarsi su questioni contemporanee attraverso il suo lavoro. Lo fa scavando tra i momenti dimenticati o meno noti del passato e del presente, posizionandoli poi su una ragnatela estremamente immaginifica di associazioni e suggestioni. Songs for Disaster Relief è uno stimolante e complesso viaggio che porta i visitatori attraverso esperienze visive, sonore e fisiche, ricordando loro la necessità spesso trascurata di empatia, nonché la necessità per noi di lavorare attraverso i nostri fallimenti".
Ying Kwok, curatrice di questo progetto, ha dichiarato: "La musica è un'esperienza universale: una potente forma di comprensione comune e di memoria collettiva. L'ambizioso progetto di Samson Young, Songs for Disaster Relief, indaga la popolarità e il successivo declino dei "Singoli per beneficienza". Riunisce diverse implicazioni politiche apparentemente non correlate oscurate in un contesto interculturale per esplorare le questioni sociali, filosofiche e politiche.
Samson Young ha aggiunto: "Questa nuova serie di lavori per la Biennale Arte 2017 esamina la popolarità del genere musicale dei Singoli per beneficenza, tra cui brani iconici come 'We Are The World' e 'Do They Know It’s Christmas', come "eventi storici". Sono molto grato per il generoso sostegno che ho ricevuto dall'M+ e dall'HKADC per lo sviluppo di questo nuovo corpo di lavoro".

Informazioni generali
Periodo della mostra
Dal 13 maggio al 26 novembre 2017
Dalle 10:00 alle 18:00
Chiuso il lunedì (tranne il 15 maggio, 14 agosto, 4 settembre, 30 ottobre e 20 novembre 2017)
Sede:Campo della Tana, Castello 2126-30122, Venezia, Italia(di fronte all'ingresso principale dell'Arsenale)

Catalogo
La mostra sarà accompagnata da un catalogo illustrato con ristampe e nuovi saggi commissionati da Seth Kim-Cohen e Anthony Leung Po Shan, nonché da contributi di Samson Young, Ying Kwok, Doryun Chong che esplorano gli strati intricati della pratica artistica di Young da varie prospettive.
Siti Web degli organizzatori
M+, Distretto culturale di West Kowloon: http://www.westkowloon.hk/en/mplus
HKADC http://www.hkadc.org.hk/

Social Media
Vi invitiamo a partecipare alla conversazione con Songs for Disaster Relief, Evento Collaterale della 57. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia su Twitter (@mplusmuseum), Facebook (https://www.facebook.com/mplushongkong) e Instagram (@mplusmuseum) attraverso gli hashtag #SamsonYoung #SongsForDisasterRelief #HongKongVenice

Coordinatore a Venezia: PDG Arte Communications www.artecommunications.com

Note agli editori
Hong Kong Arts Development Council
Fondato nel 1995, l'Arts Development Council di Hong Kong (HKADC) è un organo statutario istituito dal governo per sostenere l'ampio sviluppo delle arti a Hong Kong. I ruoli principali dell'HKADC sono finanziare, promuovere e sostenere l'ampio sviluppo delle arti, tra cui arti letterarie, arti dello spettacolo, arti visive, arti cinematografiche e multimediali di Hong Kong. Con l'obiettivo di promuovere un ambiente fiorente per le arti e di migliorare la qualità della vita dei cittadini, l’HKADC è anche impegnato a incoraggiare la partecipazione alle arti e all’educazione artistica a livello della comunità, favorendo la critica delle arti, migliorando gli standard dell'amministrazione delle arti e rafforzando il lavoro in materia di ricerca politica.

Principali strategie di sviluppo:

 Sostenere gruppi di artisti e artistici promettenti nella ricerca dell’eccellenza
 Promuovere l’amministrazione delle arti per migliorare la gestione dei gruppi artistici
 Concentrarsi sull'ambiente artistico e proporre raccomandazioni politiche
 Migliorare la partecipazione del pubblico e l'esplorazione dello spazio artistico
 Promuovere le collaborazioni strategiche e riunire le risorse artistiche

L'HKADC partecipa all’Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia dal 2001, con l'obiettivo di migliorare lo scambio e la comunicazione tra Hong Kong e altri paesi del mondo. Circa 532.000 persone hanno visitato le ultime otto mostre.

Distretto culturale di West Kowloon
Situato sul Victoria Harbour di Hong Kong, il distretto culturale di West Kowloon è uno dei più grandi progetti culturali del mondo. La sua visione è quella di creare un nuovo vibrante quartiere culturale a Hong Kong. Con un complesso di teatri, spazi per performance e l'M+, il distretto culturale di West Kowloon produrrà e ospiterà mostre, spettacoli ed eventi culturali di importanza mondiale, oltre a fornire 23 ettari di spazio pubblico aperto, tra cui un lungomare di due chilometri.

M+
Il Museo della cultura visiva di Hong Kong, il quale comprende l'arte, il design, l'architettura e l'immagine in movimento del XX e del XXI secolo di Hong Kong, Cina, Asia e oltre, sarà uno dei più grandi musei della cultura visiva moderna e contemporanea in tutto il mondo. Situato accanto al Parco delle Arti sul lungomare, l’apertura dell'edificio del museo, progettato da Herzog & de Meuron, è prevista nel 2019.

Artista: Samson Young
Samson Young (nato nel 1979) è un artista e compositore con sede a Hong Kong. La pratica diversificata di Young attinge alle tradizioni compositive avanguardiste della musica aleatoria, della musica concreta e dell’annotazione grafica. Dietro ogni progetto vi è un ampio processo di ricerca che implica una mappatura del processo stesso attraverso una serie di "bozzetti sonori" e registrazioni audio. I suoi disegni, le trasmissioni radiofoniche, le performance e la composizione toccano i temi ricorrenti del conflitto, della guerra e dei confini politici.
Young è stato il vincitore inaugurale del BMW Art Journey Award all’Art Basel Hong Kong 2015. I suoi progetti da solista più recenti includono Hiroshima City Museum of Contemporary Art, Giappone (2015); Team Gallery, New York (2015); Para Site, Hong Kong (2016); Experimenter, India (2016) e Kunsthalle Düsseldorf, Germania (2016).
Come musicista praticante, Young è membro di diverse band e ha collaborato con ensemble e orchestre di tutto il mondo. Ha partecipato a festival di musica e di arte performativa internazionali tra cui l’Internationale Ferienkurse für Neue Musik, a Darmstadt; il Fusebox Festival, ad Austin; il New York Electronic Art Festival, a New York; il Tonlagen Festival, a Dresda; il Transart Festival, a Bolzano e il MONA FOMA Festival di Musica e Arte.

Curatrice ospite: Ying Kwok
Ying Kwok è una curatrice indipendente nota per il suo approccio curatoriale inventivo, spesso incentrato sui 'confini della collaborazione' tra curatori, artisti e la comunità più ampia. È stata la curatrice del Chinese Arts Centre a Manchester nel Regno Unito tra il 2006 e il 2012.
A partire dal 2013 Kwok è diventata una curatrice indipendente che lavora a livello internazionale. Ha co-curato Harmonious Society, come parte dell'Asia Triennal Manchester 2014, From longing to belonging, con il Laznia Centre per l'arte contemporanea in Polonia nel 2014 e nel 2016, e di recente No cause for alarm presso La MaMa Galleria di New York 2016. Nel 2015, Kwok è stata premiata con l’Asia Cultural Council Fellowship per aver portato a termine una ricerca di cinque mesi su progetti di partecipazione e di coinvolgimento negli Stati Uniti. Per incoraggiare il pensiero critico e dar vita a discussioni efficaci a Hong Kong, Kwok ha fondato l'Art Appraisal Club con un gruppo di professionisti d'arte locali nel 2014, con cui ha prima lanciato la rivista biennale e bilingue l'Art Review Hong Kong nel 2016. Oltre a ciò, il gruppo si dedica regolarmente anche alle recensioni delle mostre che vengono pubblicate su riviste e varie reti culturali.

Consulting Curator: Doryun Chong
Doryun Chong è il vicedirettore e capo curatore all’M+, un museo della cultura visiva a Hong Kong. Chong supervisiona tutti gli aspetti delle attività curatoriali dell'M+, compresa la collezione, le mostre e i simposi, nonché l'apprendimento e l'interpretazione. Prima di entrare nell'M+, ha ricoperto posizioni curatoriali presso il Museum of Modern Art (MoMA) di New York 2009-2013; il Walker Art Center di Minneapolis dal 2003 e al 2009; e anche all'Asian Art Museum di San Francisco. Ha svolto il ruolo di coordinatore per la mostra del padiglione coreano alla Biennale Arte 2001 e ha co-curato Tsang Kin-Wah: The Infinite Nothing, il progetto di Hong Kong alla Biennale Arte 2015.

Richieste dei media
Autorità del Distretto culturale di West Kowloon:
Louie Tong
Manager, Comunicazioni e affari pubblici
+852 2200-0716 / +852 6608-0909
louie.tong@wkcda.hk

Hong Kong Arts Development Council:
Emily Hui
Manager, Promozione e comunicazioni delle arti
Hong Kong Arts Development Council
+852 2820-1067
emily_hui@hkadc.org.hk

Internazionale:
SUTTON
Sybil Kot
+852 2528-0792
wkcda@suttonpr.com

Ufficcio Stampa a Venezia:
PDG Arte Communications
Ph. +39 0415264546
pressoffice@artecommunications.com
www.artecommunications.com

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per maggiori dettagli vai qui Privacy Policy. - Navigandolo Accetti.