A Bonsai of My Dream: WONG CHENG POU
Mostra di Macao, Cina
Evento collaterale della 57. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia

Promotore: Istituto culturale del Governo della Regione amministrativa speciale di Macao, Macao Museum of Art
www.icm.gov.mo, www.mam.gov.mo
Curatore: Ng Fong Chao Noah
Commissario: Paolo De Grandis
Coordinatori a Venezia: Carlotta Scarpa, Francesca Romana Greco PDG Arte Communications www.artecommunications.com
Patrocinio: Cheong Kin Lok, Lam Keng Un, Lao Chok Nam, Leong Fei In, Sam Hou In, Wong Cheuk Wing Benjamin
Sede: Arsenale (di fronte all’ingresso della Biennale), Campo della Tana, Castello 2126/A, Venezia, Italia
Periodo di apertura: 13/05 – 12/11/2017 Orario di apertura: 10.00 – 18.00 – Chiuso il lunedì (tranne il 15 maggio, il 14 agosto, il 4 settembre e il 30 ottobre 2017)

COMUNICATO STAMPA


Il MAM (Macao Museum of Art), sotto l’egida dell’Istituto culturale del Governo della Regione amministrativa speciale di Macao, partecipa per la sesta volta con un evento collaterale alla “57.Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia” presentando in questo contesto internazionale la mostra “A Bonsai of My Dream - Works by Wong Cheng Pou” dal 13 maggio al 12 novembre 2017.
Il titolo della mostra “A Bonsai of My Dream” nasce dall’idea dei letterati dell’antica Cina, che piantavano miniature in piccoli vasi per rappresentare il perseguimento di una vita quieta e contemplativa di reclusione, suggerendo un modo pessimistico per contrastare l’inevitabile conflitto e contraddittorietà.
Le 17 serie di sculture, dipinti e opere fotografiche di questa mostra si ispirano alle divinità descritte nell’antico classico cinese Shan Hai Jing (Il libro dei monti e dei mari), ricca fonte di informazioni sulla mitologia, la geografia e le specie, considerato un riflesso della visione del mondo prevalente nella Cina di due millenni fa.
Secondo Ng Fong Chao, curatore della mostra, ““A Bonsai of My Dream” registra una serie di scontri con le varie realtà.

L’assurdità della scena e il fresco stimolo sensoriale suggeriscono una prospettiva innovativa del senso dell’essere nel mondo reale spingendo a esaminare il significato profondo dei ruoli dell’uomo nel processo di sviluppo sociale, oltre a rappresentare il modo in cui l’artista immagina il mondo futuro”.
“La mia opera è una riflessione sui miei sentimenti personali rispetto allo sviluppo della città di Macao. Il nostro spazio sta diventando più teso e ciò che propongo è una sorta di piccolo giardino, un bonsai che vorrei coltivare come la mia città”, ha commentato Wong.
Nato nel 1960 a Macao, nel 2010 Wong Cheng Pou ha ottenuto il Sovereign Asian Art Prize ed è stato riconosciuto come uno dei migliori 30 artisti asiatici. Invitato in veste di Assistente ricercatore onorario alla Slade School of Fine Art dell’University College London, è attualmente presidente del Printmaking Research Centre di Macao e capo curatore della Triennale di incisione di Macau. Le sue opere sono state esposte, tra l’altro, a Macao, in Cina, in Giappone e nel Regno Unito, e fanno parte di collezioni di diverse istituzioni nel mondo.
La mostra che presenta opere provenienti da Macao, Cina, sarà aperta dalle 10.00 alle 18.00 tutti i giorni tranne il lunedì e sarà allestita di fronte all’ingresso principale dell’Arsenale in Campo della Tana, Castello 2126/A, Venezia, Italia. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.MAM.gov.mo.

 

Informazioni per la stampa
Sig.ra Gigi Lo: hclo@icm.gov.mo /(853)8791 9871
Sig. Matthew Ng: cwng@icm.gov.mo /(853)8791 9882
Materiali per la stampa: https://goo.gl/m24SgS
PDG Arte Communications: pressoffice@artecommunications.com

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per maggiori dettagli vai qui Privacy Policy. - Navigandolo Accetti.