Vision Féminine

Sei artiste cinesi a Venezia

COMUNICATO STAMPA       

APERTURA AL PUBBLICO: 21 aprile - 13 maggio 2007

SEDE: Fondaco Marcello, San Marco 3415 - 30124 Venezia

ORGANIZZAZIONE: Arte Communications, Centro Italiano per le Arti e la Cultura

CURATORI: Xiao Ge, Paolo De Grandis, Vincenzo Sanfo

ARTISTI: Li Xiu Qin, Shi Hui, Chen Hai Yan, Zhou Qing, Wei Xinyan e Li Guoyi

"Vision Féminine" è un ampio sguardo sulla scena artistica cinese al femminile per testimoniare la necessità di tracciare l'inesauribile percorso di rinnovamento nel quale la donna, attraverso l'esperienza esteriore del corpo ed interiore dell'anima, si fa espressione di quell'anelato riconoscimento sociale ed artistico insieme. Nell'era della globalizzazione, la creatività femminile è al centro della questione sulla comunicazione artistica. La posizione occupata dalla donna artista in occidente è il riflesso del ruolo e della responsabilità che questa riveste nella società del suo tempo. In terra d'Islam si tratta spesso di una ricerca di libertà di pensiero, in Asia la sfida è rivolta ai tabù che ne hanno fortemente condizionato l'identità, ma ovunque il suo intervento rientra nell'ambito di una modernità aperta verso una migliore qualità della vita. Il senso di una più profonda responsabilità esistenziale si accompagna in tutti i casi al desiderio di una più vasta presenza sulla scena artistica mondiale cosicché il "sociale raggiunge l'estetica e la politica raggiunge la poesia" come sosteneva Pierre Restany. Influssi della tradizione pittorica ed ansie di rinnovamento sono il fil rouge delle 38 opere esposte appartenenti alla mano delle sei artiste provenienti dall'Istituto Cinese di Belle Arti: Li Xiu Qin, Shi Hui, Chen Hai Yan, Zhou Qing, Wei Xinyan e Li Guoyi, membri dell'Associazione degli Artisti della provincia di Zhejiang. La mostra, a cura di Vincenzo Sanfo e Paolo De Grandis, organizzata da Arte Communications e dal Centro Italiano per le Arti e la Cultura, esplora dunque un tema affascinante nella duplice volontà di far confluire, in un unico evento la conoscenza e l'indagine sul contemporaneo panorama artistico femminile cinese con la proposta di dar vita ad un fecondo scambio culturale per le due realtà. Le composizioni ammalianti per la lirica atmosfera paesaggistica ricreate da Zhou Qing, le scansione coloristiche che privilegiano i toni luminosi e puri di Wei Xinyan, i collage su carta di riso di Li Guoyi, la ricerca di un espressionismo dai contorni taglienti di Chen Haiyan fino alle installazioni lignee di bambù di Li Xiuqin ed i ventagli di Shi Hui, dialogheranno, non a caso, all'interno dello storico Fondaco dell'Arte che si affaccia sul Canal Grande. Un affascinante spazio espositivo gestito da Arte Communications e che proprio per la sua originaria funzione di magazzino, si presenta come un ambiente aperto, libero da strutture divisorie e dunque particolarmente idoneo ad ospitare valorizzare e promuovere eventi d'arte e di cultura. Sulla scia dell'antico e celebrato sodalizio tra Venezia e la Cina, ritroviamo oggi il comune tentativo femminile di far sopravvivere il passato a monito per la ricerca presente nella perpetua necessità di una marcia a ranghi serrati verso il futuro. L'evento ospiterà, oltre alla delegazione artistica, Qi Lingling, vice presidente dell'Università Normale di Nanjing e Chen LiuWen produttrice della rete televisiva di Zhejiang. 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per maggiori dettagli vai qui Privacy Policy. - Navigandolo Accetti.