Create & Change: Internal = External, 1 =

Evento collaterale della 53. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

Apertura al pubblico: 7 giugno – 22 novembre 2009; orario 10.00 – 18.00 (chiuso il lunedì)
Sede: Palazzo Pisani (S. Marina), Calle delle Erbe, Cannaregio 6104, 30121 Venezia
Artista: Prof. Lee, Sun-Don
Curatore: Prof. Achille Bonito Oliva
Organizzazione: Arte Communications
Commissari: Paolo De Grandis, presidente di Arte Communications; A.K. Chen, curatrice della X-Power Gallery
Vice Commissari: Andrew Hsu; Carlotta Scarpa
Sponsor: GP DEVA; X-Power Gallery

In occasione della 53. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, l’artista taiwanese Lee Sun-Don presenta la mostra intitolata “Create & Change: Internal = External, 1=∞” (“Creare e cambiare: interno = esterno, 1=∞”). L’esposizione, curata da Achille Bonito Oliva, si presenta come un work in progress che si estenderà per l’intero periodo della mostra, in cui trovano espressione, in una sintesi multimediale, tutti i linguaggi dell’arte, dalla tradizione all’arte concettuale.

Basata sull’illuminazione spirituale, l’arte totemica di Lee coglie la saggezza zen e l’ineffabile armonia delle energie universali, che l’artista sviluppa in un’estetica totemica sfidando, trascendendo e schiudendo nuovi orizzonti nell’arte contemporanea. Secondo Achille Bonito Oliva: “La cultura orientale che abita il segno di Lee Sun-Don permette all'immagine di trasmettere un senso vitale e nello stesso tempo l'idea di una sua misura concreta. Una sorta di sostanza astratto-concreta regge l'intera composizione che non è mai metaforica ma sempre sostenuta da una interna autonomia. L'opera di Lee Sun-Don è all'incrocio di molte poetiche e trova la propria cifra originale in un linguaggio che non si lascia catturare dal suo assetto formale”.

“Create & Change: Internal = External, 1=∞” non intende semplicemente rappresentare il processo di creazione alla base dell’opera, bensì proporre un’interpretazione creativa, attraverso un percorso espressivo inedito, in cui i segni dell’opera, la performance dell’artista e la contemplazione del pubblico agiscono insieme.

lee-sun-don 

Lo spazio espositivo ospiterà 40 ~ 50 opere non finite che l’artista, presente in loco, porterà a termine durante il corso della mostra. Dal momento che i dipinti ultimati impromptu diventeranno sempre più numerosi, il prof. Lee continuerà a modificare l’allestimento spaziale delle opere all’interno del sito espositivo dando vita ad un ambiente creativo in continuo movimento. Il processo di creazione sarà inoltre interamente videoregistrato e riprodotto nella sede dell’esposizione. Durante i sei mesi dell’esposizione gli spettatori saranno invitati ad esprimere il loro parere e le loro sensazioni circa le opere d’arte realizzate. Le brevi interviste, che potranno riassumersi anche in una sola frase, verranno videoregistrate. In tal modo, anche quando il professor Lee avrà completato un intero dipinto, le interviste continueranno ad offrire una performance artistica di grande impatto. Sarà proprio l’interazione con il pubblico a permettere la realizzazione di “1=∞” (infinito): l’artista stesso in quanto “1” si svilupperà interagendo con gli spettatori in veste di “∞” (infinito) per creare insieme una presentazione. Tutti gli spettatori intervistati diventeranno artisti e si esibiranno nella performance come elementi attivamente partecipi della mostra “Create & Change: Internal = External, 1=∞”. Dal MONDO ESTERNO ogni spettatore entrerà nella mostra diventando fulcro del suo MONDO INTERNO. In altre parole, ogni spettatore diventerà egli stesso ARTISTA e parte dell’ARTE stessa.

Inoltre, Lee Sun-Don ha organizzato una GRANDE sorpresa per la mostra: sarà infatti presente un elegante Budda disteso in bronzo, proveniente dal tempio Yuan-Dao Guanyin di Taiwan; l’opera è stata scelta e consigliata come una delle inquadrature più belle per “scattare una foto ricordo” da migliaia di blog e siti Internet. Lee ha affermato felice: “Ora che vivo nel tempio che mi ha ispirato nella creazione di tutte le mie opere, ritenendo che la 53. Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia sia un avvenimento realmente straordinario, inviterò il mio MIGLIORE AMICO a parteciparvi con me!”

Terzo patriarca del buddismo Forshang, Lee Sun-Don si sta anche accostando a una frontiera ancora poco esplorata, quella tra filosofia orientale e arte occidentale, che sicuramente sarà il centro di interesse della Biennale di Venezia. 


Informazioni sull’esposizione:
Sito dell’artista: http://arts.sundon.net
Referente per l’artista: Andrew Hsu
Tel: (+1) 626.512.1505
Email: andrew@gpdeva.com

Informazioni sull’organizzazione:
Arte Communications
Tel: (39) 041. 526 4546 Fax: (39) 041. 276 9056
E-mail: pressoffice@artecommunications.com
Sito web: www.artecommunications.com  

 

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per maggiori dettagli vai qui Privacy Policy. - Navigandolo Accetti.