: Messico
Javier Marín

Javier Marín ha conferito all’uomo, ancora una volta, la massima dignità, restituendogli forza e grandezza, vitalità e luce, desideri e voglia di vivere, ribellione, potere, e addirittura la fiducia nel proprio dono umanitario che, seppure calpestato senza misericordia, non può essere distaccato dall’essere umano. Non rimane dunque molto spazio tra atrocità e apatia, ma in questo pertugio abbiamo costruito il nostro rifugio ignominioso, in cui abbiamo costretto il nostro stesso corpo, i nostri giorni, e tradito la nostra intimità. L’essere umano non delude Javier Marín che continua a scolpirlo con dolore, ammirazione, devozione, amando di un amore tremendo la sua gerarchia brutale, colmo di potere profondo, compassione e nobiltà, ardore e umanità.

 

Curatore: Vincenzo Sanfo

Testo a cura di Vincenzo Sanfo

Con il patrocinio dell'Ambasciata del Messico in Italia

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies from this website. Privacy Policy.