Notizie

Shanghai, Gianfranco Maraniello curatore...
Fonte: exibart.com

Sarà un'edizione particolare, la quinta edizione della Biennale di Shanghai. Sarà di fatto la prima edizione a simboleggiare veramente il boom economico con gli occhi a mandorla.
In una Shanghai elettrizzata -a pochi passi dall'appena inaugurato Moca, nei pressi della Piazza del Popolo- è stato annunciato il board curatoriale della prossima Biennale. E tra i sei curatori (tre asiatici, due europei e il direttore del Museum of Art che ospiterà la manifestazione) ci sarà Gianfranco Maraniello. L'ex curatore di Palazzo delle Papesse e Macro ed attuale direttore della Gam di Bologna, si gioca così alla grande la carta internazionale sul 'mercato' più avvicente del momento.
La Biennale, che si chiamerà Hyperdesign, è prevista per il 5 settembre 2006. E dunque si collocherà in un periodo di opening serrate nell'estremo est. Nel giro di una settimana, infatti, inaugureranno la Biennale di Singapore e quella di Gwangju.

OPEN 2OO5
Fonte: ARTE MONDADORI

Open 2005.

Scultura al Lido

A Venezia, in contemporanea

con la Mostra del cinema, la rassegna presenta artisti di 46 paesi

di   Manuela    Rivolta

 

Nasce per iniziativa di Paolo De Grandis l'esposizione internazionale che da otto anni, durante la mostra del cinema, dissemina il Lido di Venezia dì grandi sculture provenienti dai quattro angoli del mondo. La mostra si chiama OPEN in omaggio all'apertura universalistica e alla condizione dell'esposizione, all'aperto appunto, dei suoi materiali, esempi della ricerca condotta dalle culture extraeuropee nell'ambito delle tre dimensioni. Quest'anno la rassegna dà rilievo alla produzione del Sud America: il più rappresentato è il messicano Sebastian, con sette opere in ferro dipinto nei brillanti colori dell'acrilico; i lavori in marmo monumentali dell'uruguaiano Atchugarry sono esposti sul lungomare Marconi e una grande ceramica dell'argentino Nicolas Leiva è alla terrazza dell'Hotel des Bains. Sulla spiaggia, i guerrieri di una pattuglia appena scesa dal mezzo da sbarco, in T-shirt e pantaloni verdi, hanno tutti l'identico smagliante sorriso del loro artefice, Yue Minjun. Questi, nato nel 1962 a Daqing, il distretto petrolifero cinese, è un esponente del realismo cinico; alla manifestazione rappresenta l'Asia assieme a Wang Guangyi e a Kyoji Nagatami. Pittore pop d'indirizzo politico, Guangyi espone qui 12 sculture in vetroresina di combattenti. Sono bronzi, invece, le due opere del giapponese Nagatami, italiano d'adozione, collocate sulla spiaggia del Lido. Nunzio, Susy Gomez e EliseoMattiacci portano esperimenti di percezione nella sezione Disegnare il marmo che raccoglie una ventina d'artisti internazionali.

 

Per tutto settembre

La maggior parte delle 65 opere dei 46 artisti di 15 nazioni che costituiscono Open 2005 sono sul lungomare Marconi, all'Hungaria Palace Hotel, al Parco Hotel des Bains e sulla terrazza del The Westin excelsior al Lido di Venezia. La rassegna, aperta con la 62" Mostra internazionale di arte cinematografica, dura fino ai 2 Ottobre ed è raggiungibile coi vaporetti 1,51,52,61,82, fermata S, Maria Elisiìbetta. Il catalogo è edito dall'organizzatore, Arie Communications (tel. 041-5264546), che anche quest'anno conferirà il premio Open a un regista in concorso alla rassegna cinematografica.

La 50. Esposizione Internazionale d’arte: "Sogni e Conflitti - La dittatura dello Spettatore"

La 50. Esposizione Internazionale d’arte è dedicata a "Sogni e Conflitti - La dittatura dello Spettatore". Questa edizione, definita come una "mostra delle mostre", diretta da Francesco Bonami, si svilupperà in differenti spazi dell’Arsenale, all’interno dei Giardini della Biennale, al museo Correr e in altri spazi cittadini.

Il tema de La Biennale di Venezia si sostanzia nell’opera delle partecipazioni asiatiche, attraverso la capacità degli artisti di tradurre le difficoltà, le incertezze e le angosce del presente in percorsi figurativi inediti , contrassegnati dall’elemento socio-esistenziale. Arte Communications è un’organizzazione volta a promuovere e coordinare le esposizioni d’arte e altri eventi culturali. Collabora con la Biennale di Venezia dal 1995, in qualità di "organizzatore e vice commissario di nuove partecipazioni nazionali". Ecco alcuni eventi ospitati all’interno del ricco calendario della manifestazione.

Singapore presenta tre artisti: Herman Chong, Teck Yong Francis Ng, Tan Swie Hian. Prese singolarmente le opere presentate alla nuova edizione della Biennale di Venezia (Fondazione Levi, Palazzo Giustinian Lolin a san Vidal, vaporetto linea 82 e 1, fermata Accademia), sono entità indipendenti, "isole autonome" che invitano all’interazione e alla partecipazione del pubblico. Le varie forme di espressione utilizzate (pittura, video documentazione e installazione) testimoniano la diversità della scena artistica contemporanea di Singapore. Invece considerate in gruppo, le opere condividono alcuni interessi comuni. Gli artisti non si limitano ad una singola tecnica o ad un'unica forma espressiva, ma sperimentano, e spesso combinano, tecniche differenti. L’inaugurazione dell’evento si svolgerà venerdì 13 giugno alle 18.

Angel Orenzans è presente a Venezia con un ricco programma di manifestazioni, esposizioni,performance e happenings: dal 12 al 30 novembre ci sarà una mostra personale "Burning imagines" a Palazo Malipiero, San Samuele (fermata San Samuele, vaporetto n. 82 di fronte a Palazzo Grassi). L’inaugurazione è prevista il 13 giugno alle 18,30. Dal 27 agosto al 5 ottobre parteciperà con una grande scultura in acciaio, " Omaggio a Louis Bunuel", alla 6. Esposizione internazionale di sculture ed installazioni "OPEN 2003" che si svolgerà al Lido di Venezia. "The itinerant library" e "Digital Diaries" sono visibili al Futur Center Telecom. Due sculture sono esposte all’aperto in campo San Samuele e in campo San Maurizio. Negli ultimi tre decenni Orensanz, di origine spagnola trapiantato a New York, ha sviluppato un pensiero artistico transazionale, progettando peraltro, tutti i lavori di uno tra i più affascinanti antichi edifici di Manhattan.

Il tema della 50. Biennale di Venezia riflette lo sviluppo degli artisti contemporanei di Hong Kong, luogo dove l’arte contemporanea ha cominciato a svilupparsi a partire dagli anni Novanta. L’inaugurazione si svolgerà venerdì 13 giugno alle 12 all’Arsenale (entrata di fronte alle Corderie de La Biennale di Venezia (vaporetto linea 1, fermata Arsenale).

Venezia Sarà l'artista francese ...
Fonte: Il Gazzettino

Sarà l'artista francese Nicola L, accompagnata dalle note di violinisti che ripercorrono le colonne sonore di film famosi, ad aprire, mercoledì 27 agosto alle 20, il Blue Moon. L'edizione di "Open 2003", l'esposizione internazionale di sculture ed installazioni, promossa da "Arte Comunications" e ideata dal presidente Paolo De Grandis , sarà il primo evento, ospitato nella terrazza a mare, progettata dall'architetto Giancarlo De Carlo. Nel corso de lla sua "performance" Nicola L darà vita ad un monumento fittizio (Blue Cape) abitato da 12 persone, che, nello svolgersi de lla parata, indosseranno maschere con i nomi di registi, film e attori cinematografici. Curiosa e singolare sarà anche l'esibizione de ll'indonesiana Made Wanta, che, nel corso de lla stessa serata, ricreerà una griglia con 1728 zampironi che verranno accesi dal pubblico.

Ad una settimana dal via, in contemporanea con l'inaugurazione de lla Mostra de l Cinema, tutto è pronto al Lido per la sesta edizione di Open, la rassegna che, fino al 5 ottobre, utilizzerà, come spazi espositivi, i luoghi più caratteristici de ll'isola. Dagli alberghi più prestigiosi, come Excelsior, De s Bains e Hungaria, al battesimo in grande stile de l Blue Moon (dove oltre alle performance saranno esposte le sculture di altri 12 artisti) che, con questo evento, apre per la prima volta ai lide nsi, che lo attendono da de cenni. Curatore alla guida de lla rassegna sarà, per la prima volta, il noto critico americano Robert C. Morgan, che si è de tto onorato di poter ricoprire tale incarico. «Il tema di quest'anno - ha sottolineato Robert C. Morgan - sarà il rapporto e legame tra arte e visione cinematografica. Questo evento ha da sempre promosso opere di grande respiro, sia di artisti emergenti che già affermati a livello internazionale. Grazie anche al prezioso apporto Pierre Restany, purtroppo recentemente scomparso, l'esposizione ha avuto, nel corso de gli anni, un notevole consenso sia da parte de l pubblico, che di critica. E' uno de i motivi per cui ho accettato con piacere questo incarico».

Morgan dà poi uno squardo ai nomi de gli artisti partecipanti. «La manifestazione - prosegue il curatore - esporrà le opere di più di trenta artisti e, per questo, si presenta come uno de i maggiori eventi artistici de lla stagione. Dalle sculture espressive di Gina Lollobrigida, la grande signora de l cinema italiano (in onore de lla quale Open organizzerà una grande festa con cena sulla piscina de ll'Excelsior) alle tele-collage de l pittore, scultore e regista Julian Shnabel, pittore scultore regista, che proporrà una tela-collage».

Venice Village
Fonte: Il Gazzettino

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies from this website. Privacy Policy.