Notizie

IN ALLESTIMENTO OPEN 2006
Fonte: Nuova Venezia

IN ALLESTIMENTO «OPEN 2006»

Un totem-allarme terrorismo a Santa Maria Elisabetta

Il «totem» con i livelli di sicurezza Usa

 

 

Un totem collegato direttamente da Homeland security advisory sistem statunitense - che segnala l'eventuale innalzamento o abbassamento del livello di rischio terroristico - è la prima opera che è stata montata ieri sull'isola per la nona edizione di Open. Saranno 41 quelle ospitate a partire dal 30 agosto per l'edizione 2007 della mostra di sculture e installazioni all'aperto, che si aprirà in concomitanza con il festival del cinema. Ieri mattina l'organizzatore Paolo De Grandis ha seguito le operazioni di montaggio del totem assieme all'artista svizzero Alessandro Lo Monaco, che l'ha ideato a Lugano. Si tratta di un'opera contro la guerra, installata davanti l'albergo Belvedere in pieno piazzale Santa Maria Elisabetta e ben visibile. Attualmente la luce è accesa sul giallo, «elevated»: cioè significativo rischio di attacco terroristico. Se cambierà il livello imposto dal dipartimento statunitense, cambierà anche la luce passando in tempo reale a un valore più o meno alto nella scala di rischio. Un'opera che vuole essere anche un monito alla situazione internazionale attuale. Arte Conununìcations nei giorni scorsi aveva incontrato Municipalità, Comune, forze dell'ordine, Actv e Vesta per disporre le opere d'arte lungo i viali del Lido. Rispetto all'anno passato, però, non sarà necessario lavorare la notte o chiudere per alcune ore le strade interessate nella fase degli allestimenti, come accadde per montare l'ormai storico F104 davanti al Blue Moon. «I lavori per la sistemazione delle opere proseguiranno sino a martedì — conferma Paolo De Grandis, responsabile di Arte Communications — La formula di Open si continua a rivelare vincente, portando quest'anno molti lavori che saranno conditi da performance dal vivo dì alcuni artisti stranieri. Ci saranno molte opere di grandi dimensioni, che però non richiederanno particolari attenzioni nel montaggio, come il Topolino di 5 metri al Blue Moon e la curiosa opera che metteremo in piazzetta Lepanto. In lungomare e negli alberghi, le altre», (s. b.)

Venice Village, occhi stranieri sulla città
Fonte: La Nuova Venezia

 

Venice Village, occhi stranieri sulla città

Un progetto per artisti internazionali che vivono in laguna

 

Hanno incontrato, approfondito e affinato l’arte intrecciando il loro percorso artistico a Venezia, e ora esporranno la loro creatività al Palazzo delle Prigioni di San Zaccaria. Sono i giovani artisti stranieri che a Venezia vivono e studiano e che avranno la possibilità di mostrare il frutto del loro lavoro grazie al Circolo Artistico di Venezia.
 Curatore della manifestazione che si svolgerà dal 5 al 20 giugno prossimo, sarà Paolo De Grandis, sempre attento ai movimenti culturali locali e già presente dietro le quinte anche nel 1999 quando sempre il Circolo Artistico allestì l’esposizione di arti visive denominata in quel caso «Sezione Giovani».
 L’appuntamento è stato battezzato Venice Village, una rassegna che nasce sotto il segno della necessità di uscire dalla tradizione storica che si vive nel quotidiano, guardando a una Venezia che si riflette nei giovani e incide sulla loro preparazione e la loro ispirazione artistica. Espressioni innovative e connessioni internazionali in arrivo da chi Venezia la vive da straniero e la incontra diversamente. La selezione ha portato alla luce una ricca componente dell’est europeo, della Spagna, della Norvegia, della Grecia e del Giappone. Molte nuove leve ma anche autori affermati come Tuschida Yasuhiko, da anni in laguna e che esporrà la tela «Le finestre sacre affacciate sulla città». Troverà spazio la croata Natasa Radovic con il suo «Egometric», così come Tiziano Bulfoni, Stefano Popdimitrov, Silviya Bobreva Radeva e Vasil Nikolov Kolev, Ingrid Sagoy e Naomi Park. Fino al greco Thanos Zakopoulos che è senza dubbio un personaggio della frontiera. I suoi lavori, strettamente connessi alla tematica della spazio, sono il risultato di multiple aggregazioni di pannelli realizzati con tecniche e materiali diversi. Una mostra che farà conoscere aspetti diversi dell’arte o talvolta nuovi, ma nei quali ognuno degli artisti sarà stato capace di far rileggere qualche aspetto della sua Venezia. Progetto, Venice Village, che punta ad attirare l’attenzione sul mondo dei giovani artisti, e che sarà collegato a un premio che porterà il vincitore a realizzare un’opera con il prezioso vetro muranese nella Fornace Berengo Fine Arts.


(Simone Bianchi)

 

OPEN2OO5
Fonte: La Nuova

1OPEN2005

LIDO. Open è salvo e anche quest'anno porterà sull'isola decine di opere d'arte che verranno esposte dal 31 agosto al 2 ottobre lungo i principali viali e negli alberghi. L'ottava edizione sarà dedicata all'America Latina e vedrà riscoprire l'utilizzo del marmo e del granito per realizzare la maggior parte delle opere. E' stata altresì confermata la collaborazione con il festival del cinema e si prevede lo sbarco al Lido di una quarantina di artisti provenienti da almeno trenta paesi. Nutrita la presenza degli italiani, almeno una decina,più di quelli che potranno esporre alla prossima Biennale di Venezia. «Sarà un grande Open 2005» assicura Paolo De Grandis, organizzatore della manifestazione. «Grazie alle promesse ricevute dalla Municipalità siamo stati in grado di riproporre questa iniziativa, dove andremo a riscoprire il fascino della scultura, dei marmi e del granito accompagnati solo dal ferro. Meno installazioni d'avanguardia quindi». A curare l'ottava edizione di Open saranno Vincenzo Sanfo e Marisa Vescovo, n primo soprattutto, sarà anche il curatore della prossima Biennale di Pechino, a garanzia del livello delle opere che verranno esposte al Lido. E una singolare iniziativa riguarda anche il Comune di Carrara. «Abbiamo siglato un accordo per utilizzare i loro marmi e graniti» spiega De Grandis. «Ci sarà così un ritorno alla grande tradizione della scultura. Avremo inoltre tra gii artisti anche il messicano Sebastian. Un personaggio che ha portato le sue opere nelle principali capitali europee, dai colori variopinti e dalle notevoli dimensioni, fino a 70 metri di altezza»(s.b.)

Tutti i vincitori della Mostra

Tutti i vincitori della Mostra

VENEZIA 65 - In concorso
Premio Vincitore
Leone d'oro
Miglior film The Wrestler di Darren Aronofsky (U.S.A.)
Leone d'Argento
Premio per la Regia Aleksey German Jr. per
Bumažnyj soldat (Paper Soldier) di Aleksey German Jr. (Russia)
Coppa Volpi
migliore interpretazione femminile Dominique Blanc per
L’Autre di Francia (Patrick Mario Bernard, Pierre Trividic)
Coppa Volpi
migliore interpretazione maschile Silvio Orlando per
Il papà di Giovanna di Pupi Avati (Italia)
Premio "Osella"
migliore sceneggiatura Haile Gerima per
Teza di Haile Gerima (Etiopia, Germania, Francia)
Premio "Osella"
migliore fotografia Alisher Khamidhodjaev e Maxim Drozdov per
Bumažnyj soldat (Paper Soldier) di Aleksey German Jr. (Russia)
Premio Marcello Mastroianni
attore o attrice emergente Jennifer Lawrence per
The Burning Plain di Guillermo Arriaga (U.S.A.)
Premio Speciale
della Giuria Teza di Haile Gerima (Etiopia, Germania, Francia)
Leone Speciale
per miglior insieme dell'opera Werner Schroeter per
Nuit de chien (Francia, Germania, Portogallo)
Leone d'Oro
alla carriera Ermanno Olmi
 
Venezia Opera Prima
Premio Vincitore
Leone del Futuro - Premio "Luigi De Laurentiis" per la migliore opera prima Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio (Italia)
 
Venezia Orizzonti
Premio Vincitore
Premio Venezia Orizzonti Melancholia di Lav Diaz (Filippine)
Premio Venezia Orizzonti DOC Below Sea Level di Gianfranco Rosi (Italia, U.S.A.)
Menzione Speciale ex-aequo
Un lac di Philippe Grandrieux (Francia)
Women di HUANG Wenhai (Cina, Svizzera)
 
Venezia Corto Cortissimo
Premio Vincitore
Leone d’Argento Tierra y Pan di Carlos Armella (Messico)
Premio UIP De Onbaatzunchtigen (The Altruists) di Koen Dejaegher (Belgio)
Menzione Speciale Vacsora (The Dinner) di Karchi Perlmann (Ungheria)

 

Alcuni dei Premi collaterali:

Premio Open 2008

Premio Vincitore
per un film che riveli un saldo legame con le arti figurative The Butcher’s Shop di Philip Haas (U.S.A.)

Settimana Internazionale della Critica
Premio Vincitore
Miglior film L'Apprenti (L'apprendista) di Samuel Collardey (Francia)
 
Future Film Festival Digital Award 
Premio Vincitore
Miglior film The Sky Crawlers di Mamoru Oshii (Giappone)
menzione speciale Gake no ue no Ponyo (Ponyo on Cliff by the Sea) di Hayao Miyazaki (Giappone)
 
Leoncino d'Oro 2008
Premio Vincitore
Miglior film Il papà di Giovanna di Pupi Avati (Italia)
 
Segnalazione Cinema For UNICEF
Premio Vincitore
 Teza di Haile Gerima (Etiopia, Germania, Francia)
 
Europa Cinemas Label
Premio Vincitore
Miglior film europeo "Giornate degli Autori". Machan di Uberto Pasolini (Italia, Germania, Sri Lanka)
 
 
Premio Francesco Pasinetti (SNGCI)
Premio Vincitore
miglior film Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio (Italia)
menzione speciale Pa-ra-da di Marco Pontecorvo (Italia, Francia, Romania)
protagonista maschile Silvio Orlando in Il papà di Giovanna di Pupi Avati (Italia)
protagonista femminile Isabella Ferrari in Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek (Italia)
 
Premio FIPRESCI
Premio Vincitore
Miglior film del concorso Venezia 65 Gabbla (Inland) di Tariq Teguia (Algeria, Francia)
Miglior film delle sezioni parallele Goodbye Solo di Ramin Bahrani (U.S.A.)
 
Premio Signis
Premio Vincitore
Miglior film The Hurt Locker di Kathryn Bigelow (U.S.A.)
Menzione Vegas: Based on a True Story di Amir Naderi (U.S.A.)
Menzione Teza di Haile Gerima (Etiopia, Germania, Francia)
 
Premio Doc/it – Sicilia Film Commission
Premio Vincitore
Miglior film Below Sea Level di Gianfranco Rosi (Italia, U.S.A.)
Menzione L'Apprenti (L'apprendista) di Samuel Collardey (Francia)
 
Premio Isvema per un film opera prima o seconda
Premio Vincitore
Miglior film Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio (Italia)
 
Premio Arca Cinema Giovani
Premio Vincitore
miglior film Venezia 65 The Hurt Locker di Kathryn Bigelow (U.S.A.)
miglior film italiano Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio (Italia)
premio “Altre Visioni” $E11.OU7! – Sell Out! (Vendi!) di Yeo Joonhan (Malesia)
 
Premio Fedic
Premio Vincitore
Miglior film Machan di Uberto Pasolini (Italia, Germania, Sri Lanka)
 
Premio C.I.C.T. UNESCO Enrico Fulchignoni
Premio Vincitore
Miglior film La terra degli uomini rossi - Birdwatchers di Marco Bechis (Italia)
Premio Speciale Christopher D. Smithers Foundation Stella di Sylvie Verheyde (Francia)
 
Premio Queer Lion
Premio Vincitore
Miglior film Un altro pianeta di Stefano Tummolini (Italia)
 
Cinemavvenire
Premio Vincitore
miglior film in concorso Vegas: Based on a True Story di Amir Naderi (U.S.A.)
premio “Il cerchio non è rotondo. Cinema per la pace e la ricchezza della diversità” Teza di Haile Gerima (Etiopia, Germania, Francia)
 
Premio EIUC Human Rights Film Award
Premio Vincitore
Miglior film ex-aequo Kabuli Kid (Il bambino di Kabul) di Barmak Akram (Francia, Afganistan)

 
Premio Human Rights Film Network Award
Premio Vincitore
Miglior film Kabuli Kid (Il bambino di Kabul) di Barmak Akram (Francia, Afganistan)
 
Premio Nazareno Taddei
Premio Vincitore
Miglior film Il papà di Giovanna di Pupi Avati (Italia)
 
Premio Lanterna Magica (Cgs)
Premio Vincitore
Miglior film Pa-ra-da di Marco Pontecorvo (Italia, Francia, Romania)
 
Premio La Navicella – Venezia Cinema
Premio Vincitore
Miglior film The Hurt Locker di Kathryn Bigelow (U.S.A.)
 
Premio Bastone Bianco (Filmcritica)
Premio Vincitore
Miglior film Akires to kame (Achilles and the Tortoise) di Takeshi Kitano (Giappone)
 
Premio Lina Mangiacapre
Premio Vincitore
Miglior film Stella di Sylvie Verheyde (Francia) 
  
 
 

Targa Presidente della Repubblica

Targa Presidente

 

Lettera proveniente dalla Segreteria Generale della Presidenza della Repubblica

Egregio Sig. De Grandis,

ho il piacere di informarla che il Presidente della Repubblica ha voluto destinare una Targa alla X edizione dell'Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni "Open2007".

Nell'inviarle il riconoscimento mi è gradito farLe giungere l'augurio per il successo della manifestazione, insieme con un cordiale saluto.

 

 

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies from this website. Privacy Policy.