Notizie

LA LUCE DALL’ESTREMO ORIENTE - Espone anche il grande artista Kuma

Alla Biennale di Venezia nasce "La luce dall’Estremo Oriente". Dal 12 giugno al 2 novembre il Chiostro di San Francesco della Vigna, nei pressi dell’Arsenale, espone Kuma, artista di fama mondiale, eclettico, potentemente visionario, vitale e passionale nel suo rapporto con la materia, sempre poetico anche nei suoi esiti apparentemente più ingenui. L’artista esprime con le sue opere due concetti opposti: l’identità di densità in contrapposizione alla trasparenza. Il vetro in fusione che introduce la nozione di luce. L’inaugurazione si svolge giovedì 12 giugno alle 18 (fermata vaporetto Arsenale, linea 1).

Sogno e immigrazione fanno parte dell’esperienza umana: John Smith, personaggio fittizio che racchiude l’arte dei due artisti Marko Mäetamm e Kaido Ole, è l’artista che quest’anno presenta l’Estonia alla Biennale. Il progetto espositivo, dal titolo "marko und Kaido" racchiude una storia di sogni "provinciali". L’esposizione è al Palazzo Malipiero, vicino a Palazzo Grassi, e l’inaugurazione è prevista per venerdì 13 alle 16. Cosa succede quando i nostri sogni cambiano, quando la nostra visione del mondo e delle sue possibilità non sono più valide?

Taipei fine arts museum of Taiwan presenta "Limbo zone", ovvero il limbo tra realtà e sogno. Inaugurazione sabato 14 giugno alle 19 al Palazzo dellae Prigioni, fermata San Zaccaria.

Kismet di Bita Fayyazi
Fonte: Fashion Times

Già esposta alla cinquantunesima Biennale Internazionale di Venezia nel 2005, organizzata da Arte Communications, l'opera Kismet dell'artista iraniana Bita Fayyazi, è stata acquistata da Luciano Benetton ed esposta in modo permanente a Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton, nel corridoio di comunicazione tra la villa neoplladiana e il nuovo edificio realizzato da Tadao Ando: passaggio simbolico tra antico e futuro, passato e futuro. L'istallazione è stata presentata a Luciano Benetton dalla stessa artista. (f.a.)

Think with the Senses - Feel with the Mind

Think with the Senses - Feel with the Mind
List of artists

 

 

 

A

 

Ignasi Aballi

* 1958 Barcelona, Spain. Lives in Barcelona, Spain.

Adel Abdessemed

* 1971 Constatine, Algeria. Lives in Paris, France.
more infos & photos

Alterazioni Video

Paololuca Barbieri Marchi: * 1974 Rome, Italy.
Andrea Masu: * 1970 Cremona, Italy.
Alberto Caffarelli: * 1978 Milan, Italy.
Giacomo Porfiri: * 1982 Milan, Italy.
Matteo Erenbourg: * 1982 Milan, Italy.
They live in Milan, Italy, and New York, USA.

Francis Alÿs

* 1959 Antwerp, Belgium. Lives in Mexico City, Mexico.
more infos & photos

El Anatsui

* 1944 Anyako, Ghana. Lives in Nsukka, Nigeria.
more infos & photos

Giovanni Anselmo

* 1934 Borgofranco d'Ivrea, Italy. Lives in Turin, Italy.

 

 

B

 

Yto Barrada

* 1971 Paris, France; lives there and in Tanger, Morocco.
more infos & photos

Gabriele Basilico

* 1944 Milan, Italy; lives there.

Louise Bourgeois

* 1911 Paris, France. Lives in New York, USA.

Jan Christiaan Braun

Netherlands

Daniel Buren

* 1938 Boulogne-Billancourt, France. Lives in Paris, France.

Luca Buvoli

* 1963 Brescia, Italy. Lives in New York, USA.

 

 

C

 

Waltercio Caldas

* 1946 Rio de Janeiro, Brazil; lives there.

Sophie Calle

* 1953 Paris, France; lives there.

Paolo Canevari

* 1963 Rome, Italy; lives there.

Christian Capurro

* 1968 Dampier, Australia. Lives in Melbourne, Australia.

 

 

D

 

Manon De Boer

* 1966 Kodaicanal, India. Lives in Bruxelles, Belgium.

Raoul De Keyser

* 1930 Deinze, Belgium; lives there.

Iran Do Espirito Santo

* 1963 Macoca, São Paulo, Brazil. Lives in São Paulo, Brazil.

James Drake

* 1946 Lubbock, USA. Lives in Santa Fe and New York, USA.

 

 

E

 

Valie Export

* 1940 Linz, Austria. Lives in Vienna, Austria.

 

 

F

 

León Ferrari

* 1920 Buenos Aires, Argentina; lives there.
more infos & photos

Angelo Filomeno

* 1963 Ostuni, Italy. Lives in New York, USA.

Yukio Fujimoto

* 1950 Nagoya, Japan. Lives in Osaka, Japan.
more infos & photos

 

 

G

 

Charles Gaines

* 1944 Charleston, USA. Lives in Los Angeles, USA.

Rainer Ganahl

* 1966 Bludenz, Austria. Lives in New York, USA.

Tomer Ganihar

* 1970 Tel Aviv, Israel. Lives in New York, USA.

Mario García Torres

* 1975 Monclova, Mexico. Lives in Mexico City, Mexico.

Shaun Gladwell

* 1972 Sydney, Australia; lives there.

Felix Gmelin

* 1962 Heidelberg, Germany. Lives in Stockholm, Sweden.

Félix González-Torres

* 1957 Guaimaro, Cuba. + 1996 Miami, USA.
more infos & photos

Dimitri Gutov

* 1960 Moscow, Russia; lives there.

 

 

H

 

Neil Hamon

* 1975 Jersey, UK. Lives in London, UK.

Lyle Ashton Harris

* 1965 New York, USA; lives there.

Christine Hill

* 1968 Binghampton, USA. Lives in New York, USA, and Berlin, Germany.

Jenny Holzer

* 1950 Gallipolis, USA. Lives in Hoosick, USA.

Marine Hugonnier

* 1969 Paris, France. Lives in London, UK.

Pierre Huyghe

* 1962 Paris, France; lives there.

 

 

J

 

Emily Jacir

* 1970 Bethlehem, Palestine. Lives in Ramallah, Palestine, and New York, USA.
more infos & photos

Kim Jones

* San Bernardino, CA, USA, 1944. Lives in New York, USA.

 

 

K

 

Ilya and Emilia Kabakov

* 1933 and * 1945 Dnepropetrovsk, Ukraine. Live in New York, USA.

Y.Z. Kami

* 1956 Tehran, Iran. Lives in New York, USA.

Izumi Kato

* 1969 Shimane, Tokyo, Japan. Lives in Tokyo, Japan.

Ellsworth Kelly

* 1923 Newburgh, USA. Lives in Spencertown, USA.

Martin Kippenberger

* 1953 Dortmund, Germany. + 1997 Vienna, Austria.

Riyas Komu

* 1971 Kerala, India. Lives in Mumbai, India.

Guillermo Kuitca

* 1961 Buenos Aires, Argentina; lives there.
more infos & photos

 

 

L

 

Rosemary Laing

* 1959 Brisbane, Australia. Lives in Sidney, Australia.

Leonilson

* 1957 Fortaleza, Brazil. + 1993 São Paulo, Brazil.

Sol LeWitt

* 1928 Hartford, USA. Lives in Chester, USA.

Rosario López

* 1970 Bogotá, Colombia; lives there.

 

 

M

 

Nalini Malani

* 1946 Karachi, Pakistan. Lives in Mumbai, India.
more infos & photos

Steve McQueen

* 1969 London, UK. Lives in Amsterdam, Netherlands.

Andrei Monastyrsky

* 1949 Petsamo, Russia. Lives in Moscow, Russia.

Hiroharu Mori

* 1969 Yokohama, Japan. Lives in Tokyo, Japan, and New York, USA.

Morrinho Group

Live in Rio de Janeiro, Brazil.
more infos & photos

Joshua Mosley

* 1974 Dallas, USA. Lives in Philadelphia, USA.

Oscar Muñoz

* 1951 Popayán, Colombia. Lives in Cali, Colombia.
more infos & photos

Elizabeth Murray

* 1940 Chicago, USA. Lives in New York, USA.

 

 

N

 

Zoran Naskovski

* 1960 Izbiste, Vojvodina, Serbia. Lives in Belgrade, Serbia.

Bruce Nauman

* 1941 Fort Wayne, USA. Lives in Galisteo, USA.

Eyoum Ngangué and Faustin Titi

E. Ngangué: * 1966 Cameroun. Lives in Argenteuil, France.
F. Titi: * 1971 Ivory Coast. Lives in Abidjan, Ivory Coast.

Thomas Nozkowski

* 1944 Teaneck, USA. Lives in New York, USA.

 

 

O

 

Odili Donald Odita

* 1966 Enugu, Nigeria. Lives in New York and Philadelphia, USA.

Melik Ohanian

* 1969 Lyon, France. Lives in Paris, France.

 

 

P

 

Philippe Parreno

* 1964 Oran, Algeria. Lives in Paris, France.

Dan Perjovschi

* 1961 Sibiu, Romania. Lives in Bucharest, Romania.

Raymond Pettibon

* 1957 Tucson, USA. Lives in Los Angeles, USA.

Sigmar Polke

* 1941 Oels, Silesia, Germany - since 1945 Poland. Lives in Cologne, Germany.

Emily Prince

* 1981 Gold Run, USA. Lives in San Francisco, USA.

 

 

R

 

José Alejandro Restrepo

* 1959 Paris, France. Lives in Bogotá, Colombia.
more infos & photos

Jason Rhoades

* 1964 Newcastle, USA. + 2006 Los Angeles, USA.

Gerhard Richter

* 1932 Dresden, Germany. Lives in Cologne, Germany.

David Riff

* 1975 London, UK. Lives in Moscow, Russia, and Berlin, Germany.

Susan Rothenberg

* 1945 Buffalo, USA. Lives in Galisteo, USA.

Robert Ryman

* 1930 Nashville, USA. Lives in New York, USA.

 

 

S

 

Margareth Salmon

* 1976 Suffern, USA. Lives in Harrogate, UK.

Chéri Samba

* 1956 Kinto-Mvuila, Congo. Lives in Kinshasa, Democratic Republic of the Congo.
more infos & photos

Fred Sandback

* 1943 Bronxville, USA. + 2003 New York, USA.

Nedko Solakov

* 1957 Cherven Briag, Bulgaria. Lives in Sofia, Bulgaria.

Nancy Spero

* 1926 Cleveland, USA. Lives in New York, USA.

 

 

T

 

</TR

Tabaimo

* 1975 Hyogo, Japan. Lives in Tokyo and Kyoto, Japan.
more infos & photos

Elaine Tedesco

* 1963 Porto Alegre, Brazil; lives there.

Philippe Thomas

* 1951 Nice, France. + 1995 Paris, France.

Paula Trope

* 1962 Rio de Janeiro, Brazil; lives there.
more infos & photos

Tatiana Trouvé

* 1968 Cosenza, Italy. Lives in Paris, France.

Fondaco Marcello
Fonte: Corriere della Sera

maxiSFondaco

VENEZIA- Una sala da tè sul Canal Grande, un angolo d’Oriente nel cuore di Venezia. Ma soprattutto uno spazio ampio e prestigioso restituito alla città grazie all’arte. Tutto questo insieme sarà il Fondaco Marcello, palazzina a un solo piano attigua al traghetto di Sant’Angelo, allo sbocco di calle Garzoni. Il Fondaco, spazio destinato all’accatastamento delle merci le cui origini si perdono tra ‘500 e ‘600 è oggi di proprietà della famiglia del conti Alverà ed è stato da poco affittato ad Arte Communications, società che si occupa di eventi artistici e culturali che ne sta curando il restauro, affidato all’architetto Francesco Amendolaggine. Un restauro altamente conservativo, che ha mantenuto il fascino «grezzo» delle pareti nude e dei volumi open, senza pareti divisorie. Tra gli elementi caratterizzanti, i grandi lucernai sul tetto, dai quali filtra la principale sorgente luminosa naturale. Nei quasi 400 metri quadrati del vasto spazio interno, punteggiato soltanto da alcune colonne marmoree che sorreggono antiche capriate in legno, da giugno troverà collocazione il Padiglione di Hong Kong della 51esima Biennale d’Arte contemporanea. E qui, per dare all’ambiente un tocco orientaleggiante in più, troverà spazio una sala da tè aperta ai visitatori del Padiglione, ma anche ai comuni avventori. La sala è collocata nell’area d’ingresso del Fondaco, spazio che per un periodo era rimasto aperto al passaggio pubblico, quando il pontile del traghetto era in restauro.

Sarà proprio nella zona d’angolo che si mescoleranno fantasiose suggestioni orientali della sala da tè a concretissime visioni veneziane sul Canal Grande. E dopo l’esperienza con la Biennale, il Fondaco si candida a diventare uno spazio permanente per l’arte. «Il nostro obiettivo è farne uno spazio per esposizioni, privilegiando in particolare i giovani artisti», spiega Paolo De Grandis, presidente di Arte Communications e commissario per la Biennale con «delega» ai Paesi asiatici. De Grandis (che ha all’attivo nel suo carnet anche la manifestazione «Open» e la realizzazione degli eventi culturali della serata inaugurale dei mondiali di calcio in Corea-Giappone) curerà per la Biennale numerose altre esposizioni di Paesi disseminate per la città, dall’Iran alla Lettonia, da Singapore al Marocco, Paese cui toccherà l’onore di inaugurare l’utilizzo della chiesa della Pietà, per la prima volta «prestata» alla Biennale. «L’idea, per quanto riguarda il Fondaco Marcello, sarebbe quella di farne un vero e proprio centro culturale, che possa ospitare eventi internazionali, mantenendo però dei costi ragionevoli. Il problema di fare cultura a Venezia in questo periodo- conclude De Grandis- sta proprio nei costi della città e delle sue strutture».

S.S.L.

Opere d'arte nelle aree verdi dell'isola
Fonte: La Nuova Venezia

LIDO. Altro che tecnici, l'altro ieri al Lido per il sopralluogo delle aree verdi dove verranno ospitate numerose opere d'arte, si sono presentati direttamente il presidente della Biennale e il responsabile delle Arti Visive. Un colpo d'occhio niente male per il presidente della Municipalità Gianni Gusso, che in questi ultimi giorni sta vedendo nascere dal nulla uno dei progetti più interessanti per lo sviluppo dell'isola sotto l'aspetto culturale, e che nei prossimi mesi potrebbe anche attirare un maggior numero di turisti con inevitabile indotto per le attività economiche locali. Opere d'arte nei parchi, si era detto, e l'altro ieri Gusso ha accompagnato i vertici della Biennale in un insolito tour del Lido. «Abbiamo visitato tutti i parchi che come Municipalità avevamo proposto sin dall'inizio — ha detto il presidente dell’istituzione lidense — Ma ci siamo spinti anche fino a Malamocco, perché è molto piaciuta la zone dietro la curva che porta all'abitato. Infatti lì, una volta tolto il cantiere ancora aperto, le opere potrebbero essere ammirate anche dalla laguna per chi ci transita in barca». Soprattutto, il presidente della Biennale, Davide Croff, si è detto disponibile a portare in tempi brevi al Lido l'opera che era stato un po' il simbolo dell'ultima rassegna di arti visive. Quella Torre di Babele imponente nelle dimensioni, circa otto metri di altezza per sedici di diametro, che è stata vista molto bene all'interno, del parco di Ca' Bianca. «Siamo rimasti tutti soddisfatti, e sembra davvero che si stia aprendo una nuova fase con questo progetto per l'isola — ha aggiunto Gusso — Ho nel frattempo ricevuto anche un fax da parte di Paolo De Grandis, ideatore di Open, con quale è partita questa idea. Lo contatterò domani per fare il punto della situazione e capire in che modo procedere». Le altre zone verdi papabili per ospitare opere d'arte e sculture sono poi Piazzale Ravà, l'area della biblioteca civica, la piscina e Sant'Ignazio. La municipalità, con i suoi interlocutori, porterà avanti il progetto delineando la scelta delle opere una alla volta, in modo da poterle inserire nel contesto dell'isola nel miglior modo possibile, e cercando che il loro impatto non possa causare incidenti qualora dei bambini vi si avvicinassero giocando.


Simone Bianchi

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies from this website. Privacy Policy.