OPEN 2OO5
Fonte: ARTE MONDADORI

Open 2005.

Scultura al Lido

A Venezia, in contemporanea

con la Mostra del cinema, la rassegna presenta artisti di 46 paesi

di   Manuela    Rivolta

 

Nasce per iniziativa di Paolo De Grandis l'esposizione internazionale che da otto anni, durante la mostra del cinema, dissemina il Lido di Venezia dì grandi sculture provenienti dai quattro angoli del mondo. La mostra si chiama OPEN in omaggio all'apertura universalistica e alla condizione dell'esposizione, all'aperto appunto, dei suoi materiali, esempi della ricerca condotta dalle culture extraeuropee nell'ambito delle tre dimensioni. Quest'anno la rassegna dà rilievo alla produzione del Sud America: il più rappresentato è il messicano Sebastian, con sette opere in ferro dipinto nei brillanti colori dell'acrilico; i lavori in marmo monumentali dell'uruguaiano Atchugarry sono esposti sul lungomare Marconi e una grande ceramica dell'argentino Nicolas Leiva è alla terrazza dell'Hotel des Bains. Sulla spiaggia, i guerrieri di una pattuglia appena scesa dal mezzo da sbarco, in T-shirt e pantaloni verdi, hanno tutti l'identico smagliante sorriso del loro artefice, Yue Minjun. Questi, nato nel 1962 a Daqing, il distretto petrolifero cinese, è un esponente del realismo cinico; alla manifestazione rappresenta l'Asia assieme a Wang Guangyi e a Kyoji Nagatami. Pittore pop d'indirizzo politico, Guangyi espone qui 12 sculture in vetroresina di combattenti. Sono bronzi, invece, le due opere del giapponese Nagatami, italiano d'adozione, collocate sulla spiaggia del Lido. Nunzio, Susy Gomez e EliseoMattiacci portano esperimenti di percezione nella sezione Disegnare il marmo che raccoglie una ventina d'artisti internazionali.

 

Per tutto settembre

La maggior parte delle 65 opere dei 46 artisti di 15 nazioni che costituiscono Open 2005 sono sul lungomare Marconi, all'Hungaria Palace Hotel, al Parco Hotel des Bains e sulla terrazza del The Westin excelsior al Lido di Venezia. La rassegna, aperta con la 62" Mostra internazionale di arte cinematografica, dura fino ai 2 Ottobre ed è raggiungibile coi vaporetti 1,51,52,61,82, fermata S, Maria Elisiìbetta. Il catalogo è edito dall'organizzatore, Arie Communications (tel. 041-5264546), che anche quest'anno conferirà il premio Open a un regista in concorso alla rassegna cinematografica.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies from this website. Privacy Policy.