Connectivities: Living beyond the boundaries-Macao and the Greater Bay Area

 

Promotore: The Macao Museum of Art | mam.gov.mo

Espositori partecipanti: Ka Tat Chan, Chi Hong Che, Ting Fong Ho, Man Si Lao

Curatore: Carlos Marreiros

Commissario: Paolo De Grandis

Coordinatore: Carlotta Scarpa, PDG Arte Communications

Sede: Arsenale, Campo della Tana, Castello 2126/A (di fronte all’ingresso della Biennale)

Periodo di apertura: 22/05/ - 21/11/2021

 

Prenotazione facoltativa di seguito oppure sul menu "prenota la tua visita" nella homepage.

Book an appointment with Salon using Setmore

All’ingresso mostra l’e-mail di conferma della prenotazione oppure il codice ID.

In linea con i protocolli igienico-sanitari previsti per le attività culturali si raccomanda di presentarsi all’ingresso muniti di mascherine, di indossarle durante la visita e mantenere la distanza di sicurezza dagli altri visitatori.

 

La piccola città di Macao nell’immensa Cina mostra tracce della fusione di culture in termini di architettura e urbanistica, popoli, modi di vita, folclori, religioni, gastronomie, letterature, ecc. Attualmente Macao è chiamata a raccogliere varie sfide, tra cui l’integrazione nella Greater Bay Area (GBA) di Guangdong-Hong Kong-Macao (GHKM).

Parliamo dunque di connettività tra i diversi ambiti, a vari livelli, nello spazio e nel tempo, dove l’architettura e l’urbanistica sono un pretesto per riflettere sulla vita della comunità e del singolo, le sue memorie collettive, il futuro andamento demografico, gli spazi comuni e gli archetipi architettonici, ma, soprattutto, ciò che vogliamo per la nostra quotidianità.

Ka Tat Chan e Chi Hong Che esplorano l’idea di connettività che ha sviluppato modi per riadattare architetture di varie origini all’interno dell’architettura tradizionale della Cina meridionale, praticata in questa regione e a Macao, dall’antichità a oggi, attraverso vecchi archetipi da reinterpretare in chiave contemporanea.

Ting Fong Ho suggerisce un’analisi approfondita dello sviluppo urbano di Macao. Ritiene infatti che attraverso la concentrazione, la riconversione e lo sviluppo della costruzione urbana a nord della penisola di Macao, unitamente a tutte le principali infrastrutture, locali e regionali, integrate nella strategia della Greater Bay Area di ​​Guangdong-Hong Kong-Macao, già esistenti e attualmente in fase di realizzazione, libereremo e preserveremo il tessuto urbano dell’antica città e il suo centro storico.

Man Si Lao propone frammenti di memorie collettive espresse in fasce di tessuto fluttuante con cui la brezza disegna gesti nell’aria che ci collegano a esperienze urbane, stili di vita, retaggi e paesaggi.

Le connettività ci prendono per mano incamminandosi verso il futuro per tornare al passato con un rapido sguardo e persistere nel presente sotto forma di architettura, urbanistica, scambi di sensibilità ed esperienze individuali e comuni. Vivremo insieme? Sicuramente.